Furto certificato

A volte un pezzo di carta può toglierti dai guai. A dispetto di quelli che dicono che non serve a niente. Qualche giorno fa una signora è entrata in alcuni negozi di un outlet e ha fatto incetta di capi firmatI per un valore di circa mille euro.   Fin qui niente di strano.  Se non che la signora è uscita con la sua spesa senza pagare. Pensando ad  un banale tentativo di taccheggio gli addetti alla sicurezza hanno fermato la signora trattenendola fino all’arrivo dei carabinieri. Lei, però non si è scomposta e ha mostrato loro un certificato medico che attestava una malattia da cui è affetta. Cosa c’entra una malattia con un furto? Parecchio, se la malattia in questione è la cleptomania. Tuttavia, nonostante la malattia la signora, probabilmente, aveva scelto con cura i capi di abbigliamento perché alla fine li ha comprati sborsando mille Euro senza battere ciglio.