Genitori e censori

La storia della censura in tv è lunga. Nella Rai degli anni cinquanta e sessanta era proibito pronunciare parole come delitto, divorzio, amante, figlio illegittimo.

Ma soprattutto la Dc di allora era molto attenta, quasi ossessionata, da tutto quello che riguardava il sesso. Ad esempio era vietatissima la parola membro .Perfino un innocuo aggettivo come magnifica era stato messo al bando con una singolare motivazione. Un telespettatore avrebbe potuto accendere la tv mentre qualcuno pronunciava  le ultime quattro lettere della parola.

Adesso sulle parole, di solito, c’è molta meno attenzione salvo parolacce e bestemmie occasionali. Ma, evidentemente c’è qualcuno che vive nel passato e considera ancora censurabili parole ed espressioni ormai entrate nel lessico quotidiano e che, magari, a suo tempo erano diventate veri e propri tormentoni che identificavano immediatamente un personaggio.

Come il porca puttena che Lino Banfi, nel ruolo di Oronzo Canà, mediocre e sempre agitato allenatore di calcio, usava spesso come intercalare nel film “L’allenatore nel pallone” uscito nel 1984 e diventato, per alcuni, un cult movie.

Allora nessuno pensò di censurare quell’imprecazione.

Adesso, invece, nel 2021, il Moige (movimento italiano genitori) ha presentato un esposto contro lo spot della Tim dove lo stesso Banfi citando Canà rilancia quell’espressione che, secondo loro è volgare e potrebbe turbare le tenere menti dei bambini.

Un episodio del genere dovrebbe suscitare solo qualche risata e nulla più. Invece nel neo medioevo che stiamo vivendo dove imperversano la pestilenza e l’ignoranza, è stato preso molto sul serio.

Al punto che la Tim ha deciso di mandare in onda lo spot con l’espressione incriminata in orari al di fuori della fascia protetta. Ma sostiene che non si tratta di censura, per carità. Quella appartiene al novecento.

4 pensieri su “Genitori e censori”

Rispondi a phileasfogg2020 Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...